IL CENTRO D'ACCOGLIENZA PER IMMIGRATI PROSEGUIRÀ LE ATTIVITÀ PER ALTRI TRE MESI

Scritto da Michele AbateSabato 31 Dicembre 2011 00:00

 


da "Il Cirotano.it" del 31 dicembre 2011


Grazie alle economie rimarrà aperto sino al 31 marzo 2012

Il centro per immigrati di Carfizzi, non chiuderà: le attività proseguiranno per altri tre mesi cioè, sino al 31 marzo 2012.
La comunità albanofona dell'alto crotonese, dal 2006, ospita un centro di seconda accoglienza per immigrati. Il progetto, che fa parte del 'circuito' 'Sprar' (Sistema di protezione richiedenti asilo e rifugiati) e finanziato dal Ministero dell'Interno alla provincia di Crotone (all'inizio gestito dal Copross, dall'1 di aprile 2011 dalla cooperativa Agape), avrebbe dovuto concludere le attività già un anno fa, 31 dicembre 2010 ma, nel mese di marzo 2011, il Ministero dell’Interno autorizzò, l’ente intermedio ad utilizzare alcune economie residue del progetto, quelle del 2009 e del 2010, per proseguire nell’accoglienza “straordinaria di cittadini immigrati”, fino al 31 dicembre 2011.
Per fortuna, degli ospiti oramai ambientati e delle operatrici che da anni lavorano presso la struttura, grazie ad ulteriori economie, realizzate dall'ente gestore, la cooperativa sociale Agape, il progetto proseguirà.
Attualmente, nella struttura di via 8 marzo, sono presenti 12 ospiti, facenti parte di quattro nuclei famigliari, provenienti da quattro differenti nazioni: Pakistan, Iran, Siria e Togo.
A Carfizzi il centro per immigrati, con il passare degli anni, è divenuto una bella realtà, un esempio di integrazione per tutto il territorio e, pertanto, in molti sperano nella sua sopravvivenza.