TRE COMUNI DELLA PROVINCIA ADERISCONO ALL'ACCORDO PER LA PROMOZIONE DELL'OLIO

Scritto da Michele AbateGiovedì 17 Novembre 2011 00:00

 


da "Il Cirotano.it" del 17 novembre 2011

 

Carfizzi, Cerenzia e San Nicola dell'Alto nell'accordo firmato da Città dell'olio e Unioncamere per la promozione e la valorizzazione dell'olio extravergine di oliva e dei territori di origine

Sono 12 i comuni della Calabria, di cui 3 nella provincia di Crotone Carfizzi, Cerenzia e San Nicola dell'Alto, che hanno aderito all'accordo siglato, giovedì 10 novembre, dall'Associazione nazionale Città dell'olio, presieduta da Enrico Lupi, e da Unioncamere, rappresentata da Ferruccio Dardanello.
Obiettivo principale del patto è la promozione e la valorizzazione dell'olio extra vergine di oliva e dei suoi territori di origine.
Tra le finalità del Protocollo c'è anche quello di promuovere iniziative dirette alla maggior tutela e conoscenza della qualità dell'olio extra vergine di oliva, sviluppando il tema del 'Turismo dell'Olio, che coinvolge tutta la filiera olivicola, dall'azienda produttrice al frantoio agli enti territoriali, ai Ministeri competenti ed attraverso, l'Organizzazione assaggiatori olio di oliva (Onaoo), organismo espressione Unioncamere, azioni di formazione e informazione (oltre ai produttori verranno coinvolti anche ristoranti e consumatori).
Le prime attività che saranno messe in campo nei prossimi mesi sono: la condivisione di esperienze già in atto, tra le quali il progetto “Ospitalità italiana, Ristoranti italiani nel mondo”, promosso da Unioncamere, nell’ambito del quale prevedere azioni specifiche dedicate alla conoscenza ed alla promozione dell’olio extra vergine di oliva italiano, e il progetto “Girolio d’Italia”, realizzato dall’Associazione Città dell’olio.
Il sindaco di Carfizzi, Carmine Maio, ha definito l'accordo "un primo passo verso la valorizzazione di un prodotto locale come l'olio”.
Per Maio, oltre a valorizzare il prodotto, viene tutelato anche il consumatore perchè ha la certezza che quell'olio è stato prodotto e imbottigliato in quel territorio.
Secondo Franco Scarpelli, primo cittadino di San Nicola dell'Alto “Tutto quello che attiene alla valorizzazione dell'olio di oliva non può che essere positivo”.
“La strada intrapresa sia quella giusta - ha continuato - ma dobbiamo lavorare anche per migliorare la nostra base produttiva. Le nostre aziende vanno ristrutturate in modo da produrre un prodotto di qualità e competere con il mercato. C'è da lavorare molto in questo settore, l'impegno della mia amministrazione sarà costante”.
Questi gli altri comuni calabresi che hanno aderito all'accordo: Tiriolo, Zagarise, San Pietro a Maida, Cariati, Cassano allo Ionio, Cerchiara di Calabria, Frascineto, Saracena, Terranova da Sibari.