SCUOLA ARBERESCHE ACCORPATE A MELISSA

Scritto da Michele AbateVenerdì 23 Settembre 2011 00:00

 


da "Il Crotonese" del 22 settembre 2011

 

La decisione già approvata dal Consiglio di Carfizzi


Il Consiglio comunale, lo scorso lunedì 19 settembre, ha approvato all'unanimità la proposta del sindaco Carmine Maio, relativa all'accorpamento ed al ridimensionamento scolastico. La proposta del Civico consenso carfizzoto, è la seguente: tre comuni arebreshe, Carfizzi, Pallagorio e San Nicola dell'Alto, accorpati all'istituto comprensivo di Melissa. Attualmente i tre centri albanofoni ed Umbriatico fanno parte dell'istituto comprensivo di Pallagorio che, visto la nuova normativa in materia, viene soppresso perchè con popolazione scolastica inferiore a 500 alunni. Una posizione, quella del sindaco Maio, condivisa non solo dai consiglieri ma anche dal primo cittadino di San Nicola dell'Alto Franco Scarpelli e dalla sua Giunta meno, da Umberto Lorecchio, sindaco di Pallagorio, il quale nel corso di una riunione dei tre pare abbia proposto l'accorpamento all'istituto comprensivo di Casabona-Belvedere Spinello, con sede centrale proprio a Pallagorio (attualmente non ha neanche il dirigente ma solo il un reggente). Una soluzione, che ha fatto storcere il naso non solo ai due colleghi, ma anche a genitori ed insegnati presenti al consiglio, ai quali è stata paventata la possibilità. Dal Consiglio comunale è emerso chiaramente una sola cosa: al volontà di tenere unite le tre comunità minoritarie del crotonese che insieme costituisco anche il distretto arbereshe. I due sindaci, Maio e Scarpelli, preferiscono Melissa a Casabona, non tanto per la sede e vicinanza con i due comuni, ma per la storia che esprime, “molto vicina alla nostra”. Non solo, aggiungiamo noi, molti operatori, docenti e non, provengono proprio dai centri albanofoni, quindi, le minoranze sarebbero ben 'rappresentate'. Secondo la consigliera di minoranza Caterina Tascione (dello stesso gruppo presente anche il consigliere Antonio Amato), bisogna spendersi e lavorare affinché i tre comuni facciano parte dello stesso istituto, salvaguardando così le specificità linguistiche e culturali. “Melissa è vicino ai nostri paesi, sarebbe bello che l'asse partisse da Pallagorio, passando da Carfizzi e San Nicola fino ad arrivare a Melissa”. Quindi, anche per l'ex sindaco Tascione (che peraltro da anni insegna a Melissa), quella proposta dall'Amministrazione è la scelta migliore. L'unità dei tre comuni arbereshe lo ha ribadito nel suo intervento, anche il vice sindaco, Vittorio Gangale, il quale ha chiesto al pubblico presente (non molto visto l'importanza dell'argomento, poco meno di una decina di genitori e solo 2 insegnanti ndc), di prendere posizione ed esprimersi “vogliamo capire anche da voi quale strada intraprendere, anche se riteniamo che la scelta di Melissa sia la migliore”. La delibera approvata sarà inviata alla Provincia di Crotone, al presidente della Giunta Regionale, all'assessore regionale alla cultura ed a quello per le minoranze linguistiche. In merito al dimensionamento scolastico, Carmine Maio presidente di turno del distretto arbereshe dell'alto crotonese, convocherà la conferenza dei sindaci ed i rappresentanti dei consigli comunali, affinchè discutano dell'argomento.