GLI INCENDI METTONO A RISCHIO PARTE DELL'ABITATO

Scritto da Maria SpadaforaMercoledì 24 Agosto 2011 00:00

 

da "Gazzetta del sud" del 24 agosto 2011

 

Un ennesimo incendio, in questa torrida estate, ha coinvolto i territori che circondano la piccola comunità di Carfizzi. Lunedì scorso, verso le 22.00, è stato avvistato un incendio di media entità, in Località Pozzo, alle porte del paese. Sono stati subito allertati i Vigili del Fuoco di Cirò Marina, che, prontamente, sono riusciti a domare le fiamme. Purtroppo, appena due ore dopo, nella stessa zona, è divampato un altro incendio, molto più esteso e pericoloso del primo. Le fiamme, grazie soprattutto al venticello che nella notte si era sollevato, sono riuscite a lambire le prime case del paese. Molti i cittadini, accorsi nel cuore della notte sul luogo, per cercare di domare le fiamme. Intanto i Vigili del Fuoco di Cirò Marina e di Crotone cercavano, con difficoltà, di tenere sotto controllo il fuoco. Verso le 3 del mattino, il sindaco di Carfizzi, Carmine Maio, con una telefonata, ha allertato altri mezzi di soccorso, poiché l’incendio, molto velocemente, divorava la folta macchia mediterranea, che in quella zona cresce rigogliosa, avvicinandosi sempre più pericolosamente al centro abitato. A rafforzare i soccorsi dei Vigili del Fuoco, anche un’autobotte della Protezione Civile. Solo a giorno fatto, verso le 6 del mattino, dopo una lunga notte di fuoco, l’incendio è stato domato. Fortunatamente le case coinvolte non hanno subito danni, solo la paura degli abitanti della zona, purtroppo un intero boschetto di sugheri, è andato distrutto. Gli incendi estivi, in questa zona, sono diventati negli anni una vera e propria piaga che flagella i territori più belli di Carfizzi, deturpandoli. Gli incendi, soprattutto quest’ultimo, sono, chiaramente, di natura dolosa.