SOAKRO IMMETTA IN RETE L'ACQUA DEI NOSTRI POZZI

Scritto da Michele AbateMercoledì 27 Luglio 2011 00:00

 

 

da "Il Crotonese" del 23 luglio 2011

Carfizzi, ordinanza del sindaco Maio

Con proprio atto, il numero 7 del 13 luglio 2011, il sindaco Carmine Maio, ha 'ordinato' al gestore unico del servizio idrico integrato, Soakro, “ogni qualvolta si rende necessario, e fino al 30/08/2011, l'immissione dell’acqua dei pozzi Asturi e Menzivono nella rete idrica comunale”. A Carfizzi da circa un decennio esistono 2 pozzi semi artesiani, uno sito in località Asturi e l'altro a Menzivono, entrambi sono stati costruiti dal comune, ma attualmente gestiti, così come la rete idrica, dalla Soakro. “Premesso – si legge nell'ordinanza - che a causa della stagione estiva che si prevede fortemente siccitosa, ai fini di assicurare il corretto uso dell’acqua destinata al consumo umano distribuito dal civico acquedotto, è necessario evitare i consumi anomali e ridurre gli sprechi, stante la carenza idrica che comunque si verifica sul territorio comunale durante la stagione estiva”. Una misura straordinaria quella adottata dal primo cittadino “finalizzate a governare in modo unitario e maggiormente incisivo l’utilizzo delle risorse idriche disponibili e per garantire a tutti i cittadini di poter usufruire dei bisogni primari sia per uso alimentare, che domestico ed igienico; con un obiettivo ben preciso “evitare un grave pregiudizio sugli interessi collettivi”. In questo periodo il consumo di acqua potabile nel piccolo centro arbereshe è “notevolmente aumentato, e necessita quindi integrare la stessa portata di acqua potabile con l’attivazione dei su citati pozzi per soddisfare la esigenze della collettività”. In data 27 marzo 2009 il gestore unico del servizio idrico ha inviato al comune il certificato delle analisi, effettuate in data 10 luglio dello stesso anno, relativo all’acqua prelevata dai 2 pozzi; acqua che, a quanto pare, non presenta particolari impurità.