IN DIFESA DELL’ACQUA PUBBLICA E CONTRO LE CENTRALI NUCLEARI

Lunedì 06 Giugno 2011 00:00

 

da "Il Quotidiano della Calabria" del 6 giugno 2011

 

Un dibattito pubblico per parlare dei quesiti referendari del 12 e 13 giugno è stato organizzato dal Partito Democratico e dai Giovani Democratici di Carfizzi.
Il 4 sera nella piazza centrale del paese si sono riuniti simpatizzanti e cittadini per avere delle delucidazioni riguardo al Referendum.
L’intento era proprio quello di spingere alla riflessione, ma soprattutto quello di fornire delucidazioni in merito ai quesiti referendari.
Alba Bastone, segretaria del circolo PD ha affermato: “abbiamo voluto questo incontro per dimostrare che siamo attivi nel territorio, che la nostra sezione vuole essere presente, vuole fare del bene per il nostro territorio.
Per Maria Cianciaruso, coordinatrice dei GD: “l’incontro ha voluto offrire chiarimenti necessari per il voto del 12 e 13 giugno”.
L’incontro è stato introdotto da Alba Bastone, la quale ha analizzato i vari quesiti e le conseguenze delle due opzioni di voto. Offrendo un’ampia spiegazione sulla linea politica del suo partito.
Maria Cianciaruso ha parlato, invece, dell’importanza delle abrogazioni, e su come questi quesiti incidano sulla quotidianità di ogni cittadino italiano. La Cianciaruso ha offerto esempi quali la gestione non più comunale del servizio idrico, che Carfizzi conosce da tempo. Ha parlato di Fukushima e Cernobyl per quanto riguarda il nucleare e sull'importanza dell’uguaglianza di tutti i cittadini di fronte alla legge.
Ha terminato l’incontro il sindaco Maio, sindaco del PD, il quale ha ribadito che “l’importante è andare comunque a votare”.
Al termine dell’incontro i partecipanti hanno aiutato gli organizzatori a posare le sedie, facendo ricordare ai presenti un’antica usanza persa nel tempo, di quando si andava ad ascoltare i comizi portandosi da casa la sedia.