ABATE HA CONQUISTATO L'AMERICA E L'ALBANIA

Scritto da Michele AbateMartedì 29 Marzo 2011 00:00

 

da "Il Crotonese" del 24 marzo 2011


Edizioni internazionali de 'La festa del ritorno'

Successo americano 'La festa del ritorno', il romanzo dello scrittore carfizzoto Carmine Abate. 'The Homecoming Party' (Europa editions e traduzione di Antony Shugaar) è uscito negli Stati Uniti d'America alla fine dello scorso anno. Così come in Italia, anche 'oltreoceano', il romanzo sembra aver messo d'accordo gran parte della critica statunitense che gli sta riservando ampi spazi sia su quotidiani che sulla stampa specialistica (Lo scrittore originario di Carfizzi aveva già pubblicato negli Usa; sempre con la Europa editions era stato tradotto 'Tra due mari'). “Uno dei più grandi narratori italiani”, così viene definito Carmine Abate, su alcuni siti web americani, perchè capace di “offrire un racconto che è contemporaneamente un romanzo che guarda al futuro e storia d'amore”. “E' un romanzo magico e allo stesso tempo inquietante per quello che succede in una famiglia quando un familiare deve partire e gli altri devono tenere duro, in attesa del suo ritorno. Il romanzo è magico perchè ha in se gli elementi della fiaba: il padre assente, il fedele cane, il bambino indifeso...un fuoco magico, che porta via torti e la tristezza del passato” scrive Nina Sankovitch sul blog Read All Day. Insomma, lo scrittore arbereshe, ha incantato e continua a farlo anche con i lettori del nuovo continente. Ma non è finita qui. Dopo il successo e la conquista di lettori avuto negli Stati Uniti, 'La festa del ritorno' è stato tradotto anche in Albania, dove lo scrittore era già conosciuto sia per i suoi libri che per le tante conferenze tenute nelle università e scuole albanesi. Al romanzo, pubblicato dalla Toena edizioni e uscito proprio in questi giorni, è stato dato il titolo 'Festa e kthimit'. Anche nella terra delle 'Aquile', da dove sono arrivati gli arbereshe d'Italia, la critica positiva è stata unanime. Ad esempio il notiziario Shekulli on line definisce il libro: “Romanzo educativo perchè denuncia le condizioni di vita che spinge la gente a lasciare il paese ed il sud per andare a cercare fortuna altrove”.