CARFIZZI: DEGUSTAZIONI, MUSICA E BATTUTE DI CACCIA

Scritto da Maria CianciarusoMartedì 16 Novembre 2010 00:00

 

da "Il Quotidiano della Calabria" del 16 novembre 2010

 


  E' giunta alla quarta edizione la Festa di San Martino, che si festeggia a Carfizzi nella settimana dedicata, appunto al vino. "Chi ha incastrato San Martino?" questo il titolo della manifestazione di quest'anno, interamente organizzata dall'associazione "'Nteru Kupihj" che opera nel territorio di Carfizzi da diversi mesi. Come ogni anno, gli ospiti hanno potuto degustare il vino proveniente da molte delle cantine di Cirò Marina, e molta attenzione è stata dedicata, quest'anno, ai prodotti locali di aziende agricole operanti nel territorio di Carfizzi. I giovani dell'associazione avevano, inoltre, preparato vari piatti tipici, dalla pasta, ai secondi, vari tipi di panini, salumi e formaggi, ottime frittelle e, per finire, i mandarini coltivati da un ragazzo di Carfizzi, Rosario Scarpino, che sono andati a ruba. Ci sono stati anche diversi espositori di opere artistiche. La giornata è stata allietata dalla musica dei "Fresh mind" giovane gruppo emergente di musicisti dell'intera provincia. Le caldarroste preparate nel pomeriggio, sono state poi apprezzate da tutti. Soddisfatti, per l'ottima riuscita della manifestazione, gli amministratori, per il sindaco Maio "è stata una giornata bellissima, che ha visto la presenza di molti ospiti, e ha reso i ragazzi protagonisti, i quali hanno lavorato intensamente per la preparazione dell'evento". Anche il vicesindaco Gangale si è detto soddisfatto per l'organizzazione, confermando che questo diventerà, nel corso degli anni, un appuntamento fisso. Un successo per l'organizzatore della festa Roberto Scarpelli, il quale ci ha detto " io sono stato coadiuvato da tutti i giovani di Carfizzi, "che si sono impegnati e resi operativi, ma soprattutto hanno compreso l'importanza del volontariato, che è fondamentale per l'organizzazione di eventi futuri e anche per la loro crescita". Ad allietare l'intensa giornata, anche la battuta di caccia della squadra di Carfizzi, che ha portato a casa un bel cinghiale, portato come trofeo, al tramonto, per le principali vie del paese.