'CORRI IL VERDE' PER PEPE' A CARFIZZI E' FESTA GRANDE

Scritto da Michele AbateMartedì 03 Agosto 2010 00:00

 

da "Il Crotonese" del 3 agosto 2010

 

 

Danilo Ruggero trionfa nella 8 km. Lituani sugli scudi 
Nel ricordo del compianto Iannone tutto il paese ha partecipato alla gara
Alla 23° edizione della corsa podistica grandi protagoniste le ragazze 
dell'Est

 

 
Nell'ambito de 'La festa del ritorno 2010', a Carfizzi, sabato 31 luglio, si è svolta la storica 'Corri il verde', alla sua  23^  edizione, che da quest'anno porterà il nome di 'Pepe Iannone', carfizzoto, atleta, amante dello sport, da sempre corridore della gara carfizzota, scomparso improvvisamente il 13 settembre di un anno fa. 
Gara, da sempre dotata di una certa suggestione, che si è snodata lungo il circuito cittadino del piccolo centro arbereshe. Un tracciato non facile, fatto in gran parte di salite e discese. 8 sono stati i chilometri percorsi. Vincitore assoluto dell'edizione 2010, il forte e promettente atleta crotonese, Danilo Ruggero, della squadra 'Il Gabbiano', che ha chiuso la corsa in 26' e 37".  Una bella competizione, dominata dal giovane atleta crotonese, che da subito ha condotto la gara. Vani sono risultati i tentativi, fatti dai corridori della Hobby marathon di Catanzaro, di riprenderlo.
L'organizzazione quest'anno, così come l'anno scorso, ha diviso la gara in due categorie: competitiva e non competitiva, la differenza è stata nel numero di chilometri 'battuti',  8 per la prima e 5 per la seconda. Inoltre, la competitiva è stata divisa in 'master', categorie. Nei master 35 affermazione di Pietro Occhienegro della Hobby marathon di Catanzaro; dietro di lui si è piazzato il carfizzoto Franco Amoroso, al terzo posto Alessandro Zimatore sempre della Hobby marathon. Nella categoria  master 4o, la vittoria è andata a Giovanni D'Andrea, secondo il corridore locale Lino Benevento, terzo Paolo Battaglia; nei 45 ha vinto Leandro Guarnieri, seguito da Giuseppe Giordano e Angelo Cavallaro; nei 55  Amedeo De Marco ha preceduto Vito Millea e Marcello Minniti; nei 60 ha tagliato per primo il traguardo Gaetano Ruffo, secondo Antonio Iritano; nei 70, gente di settantanni, Pino Sergi e Mimmo Rossano. 
Nella categoria donne, per la competitiva, prima assoluta Nella Zoffrea anche lei della Hobby marathon. Nelle Master 35 primo posto per Tiziana Viapiana; per le 45 vittoria di Loredana Scorza e nelle 50 affermazione di Giulia Magro. 
Per gli amatori affermazione di Vitaliano Critelli, su Salvatore Lista e  Antonio Bastone.  
Nella non competitiva, categorie donne, l'ha fatta da padrone la Lituania conquistando l'intero podio: Gitana Vanagaite ha preceduto le sue connazionali Alina Mirosnikova e Ieva Staleviciute. Le giovani lituane in questi giorni stanno partecipando allo scambio giovanile messo in piedi dall'associazione Skanderberg, che si sta svolgendo nella piccola comunità albanofona. Vittoria lituana anche nella non competitiva maschile: Jonas Petrauskas ha preceduto i carfizzoti Eugenio Lamanna e Giovanni Aversa De Fazio. Nella categoria bambini 2/4 anni vittoria della 'figlia d'arte', Irene Curcio, figlia di Peppe atleta da oltre vent'anni, secondo Lorenzo Lionetti, terza Sofia Jonn;  nella 5/7 anni affermazione per Antonio Viviani che ha preceduto, Paolo Curcio e Ottavio Malena; nella 8/10 anni dominio di Francesco Benevento che ha battuto Riccardo Altobelli e Sara Giorno. Quella di quest'anno è stata una Corri il verde, bella avvincente e ben organizzata, che nonostante le sue ventitre 'primavere' ha sempre il suo fascino e vista la partecipazione di atleti di categoria, acquista sempre più importanza. Di certo, nell'edizione di quest'anno, molti dei 130 partecipanti, hanno corso con Pepe Iannone nel cuore
.