CONSUNTIVO IN AVANZO L'OPPOSIZIONE CONTESTA

Scritto da Michele AbateSabato 22 Maggio 2010 00:00

 

da "Il Crotonese" del 22 maggio 2010


Carfizzi, il dibattito nel Consiglio comunale

Approvate le regole per il wi fi pubblico al via dal 2 giugno

 

 

 

 

 

 

 Il Consiglio comunale, con 8 voti favorevoli (quelli della maggioranza) e tre contrari (il gruppo di minoranza) ha approvato, nella seduta di giovedì 20 maggio, il conto consuntivo 2009.
Ad introdurre sul consuntivo, il sindaco Carmine Maio che ha esordito dicendo come quest'anno si chiude "con un avanzo di amministrazione pari a 14631,10".
Per il gruppo di minoranza, che ha presentato anche un documento firmato, non si è in presenza di un avanzo ma di un disavanzo nella parte corrente di 11052,88 euro. Secondo l'ex sindaco Caterina Tascione "Un fatto grave e per tale motivo esprimiamo voto contrario".
All'ex primo cittadino Tascione ha replicato l'assessore al bilancio Vincenzo Scarpino ed ha definito non veritiere le osservazioni della consigliera. "Il disavanzo della parte gestione corrente, non comporta un disavanzo del conto consuntivo - detto l'assessore - ma solo una differenza negativa dovuta al saldo tra entrate correnti e spese correnti". Nel suo intervento Vincenzo Scarpino ha puntualizzato anche come il comune di Carfizzi, fino a settembre 2009, "ha dovuto anticipare gli stipendi degli ex lavoratori Lpu perchè non erano stati richiesti i contributi a Regione e Ministero. Quindi, il comune ha dovuto far fronte anche a queste somme, che noi abbiamo dovuto richiedere".
Sull'argomento è intervenuto anche il responsabile dell'ufficio ragioneria Nicola Belcastro che ha precisato come: "La gestione di competenza chiude con un avanzo. Una situazione gestita".
"Un'osservazione solamente - ha proseguito Belcastro riferendosi alla dichiarazione dell'opposizione - le entrate del titolo quarto possono finanziare la spesa corrente. Per cui è errata l'interpretazione secondo la quale le entrate del titolo quarto non possono finanziare la spesa corrente". Secondo il ragioniere, se disavanzo c'è, non si sa se si è verificato nel primo semestre 2009 (gestione Tascione ndc) o nel secondo (gestione Maio ndc).
Quindi si è passati a discutere del nuovo regolamento cimiteriale. Qualche anno fa, i cittadini di Carfizzi si videro recapitare una o più cartelle di pagamento per il rinnovo delle concessioni cimiteriali. Una procedura che, viste le somme, aveva creato un certo 'allarmismo' e disorientamento nella popolazione. Qualcuno, quelle bollette, le andò a pagare, moltissimi, gran parte della popolazione, no. L'amministrazione Maio ha voluto mettere ordine a quella situazione.
"Con questo articolato riteniamo di poter mettere ordine al vecchio cimitero ed al nuovo - ha dichiarato il sindaco. Per la prima volta un regolamento comunale prevede la concessione di aree per la costruzione di cappelle e poi si regolarizza la concessione dell'area per la costruzione della tomba".
Con il nuovo regolamento la durata delle concessioni sarà la seguente: 99 anni per le cappelle, 50 per le tombe (fino ad oggi era 25) e 20 per colombaie. Dal punto di vista economico (quello che interessa ai cittadini), il rinnovo avverrà a 'metà' ed inoltre si potrà richiedere la rateizzazione delle somme. Se attualmente la concessione di una colombaia costa 285 €, con il nuovo regolamento il rinnovo dopo 20 anni, costerà 140 € circa; così sarà per le tombe, il rinnovo avverrà a metà del costo di concessione. Invece, il costo per la concessione di suoli per la costruzione di cappelle è stato stabilito in 350 € a metro quadrato.
Secondo la consigliera Caterina Tascione il costo dei suoli per la costruzione dei cappelle, sono bassi "Le cappelle sono beni di lusso. Nel comprensorio la concessione di suoli per la costruzione di cappelle a metro quadro costano molto di più. Esempio a Melissa va a 800 € a metro quadro".
Per il consigliere Andrea Amodeo, rispetto al passato si è fatto un grosso passo in avanti ed ha proposto una modifica, accolta dalla maggioranza, di un articolo del nuovo regolamento.
Il vicesindaco Vittorio Gangale ha parlato di lavoro certosino fatto dall'amministrazione "Abbiamo posto fine alla confusione".  Il nuovo regolamento cimiteriale ha visto i voti favorevoli della sola maggioranza, due astensioni Antonio Amato ed Andrea Amodeo, un voto contrario, quello della consigliera Caterina Tascione.
Il consiglio si è concluso con l'approvazione del regolamento per l'accesso ad internet tramite rete Wi fi pubblica. Il nuovo servizio entrerà in funzione nel mese di giugno, l'inaugurazione dovrebbe avvenire il 2 di giugno.