LEZIONI D'EMIGRAZIONE NELLA SCUOLA DI CARFIZZI

Scritto da Michele AbateMartedì 18 Maggio 2010 00:00

 

da "Il Crotonese" del 18 maggio 2010

 

 

 

 

Incontro con i rappresentanti di Ludwigshafen

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L'emigrazione è stata il tema principale della manifestazione svoltasi venerdì 14 maggio presso la scuola primaria di Carfizzi, nel corso della quale gli scolari hanno incontrato i rappresentanti del consiglio comunale di Ludwigshafen, città in cui risiedono circa cinquecento carfizzoti.
  L'iniziativa, dal titolo 'I bambini di Carfizzi incontrano Ludwigshafen', organizzata dall'associazione 'Amici del tedesco', ha visto come principali protagonisti proprio gli alunni del plesso di via Gramsci.
Sono stati loro che hanno cantato e ricordato le 'partenze' dei loro nonni e dei loro  padri. Sono stati loro che, con le loro dolci e semplici parole, hanno emozionato gli ospiti ed il numeroso pubblico presente. Bravura riscontrabile anche nei tanti disegni e lavori raffiguranti l'emigrazione.
"Il lavoro che si è svolto - ha detto l'insegnante Marianna Leonetti in apertura - vuole mettere in evidenza la portata del fenomeno emigrazione soprattutto tedesca a Carfizzi. Qualsiasi cosa si faccia in questo paese non può prescindere da questo - ha proseguito. L'emigrazione non è un episodio del passato. Ignorare questo fenomeno significa ignorare la nostra storia, e la scuola, per sua stessa natura, non può farlo".   
Antonio Priolo, calabrese, figlio di questa terra, nonché, consigliere comunale di Ludwigshafen e sindaco del distretto Nordliche Innenstadt und Stadtrat, al termine dell'esibizione degli alunni ha detto: "Questi bambini mi hanno veramente commosso, ho le lacrime agli occhi. Chi come me ha vissuto l'emigrazione sa di che cosa parlo".   
Nel suo breve intervento Priolo oltre ai presenti, l'ex sindaco Caterina Tascione, l'attuale Giunta comunale e l'assessore provinciale Pane, ha voluto ringraziare i tanti carfizzoti 'assenti', quelli che risiedono a Ludwigshafen. "E' grazie ai vostri compaesani se sono uno dei pochi sindaci italiani eletti all'estero".
Anche l'altra rappresentante del consiglio comunale di Ludwigshafen Eleonor Hefner, è rimasta sorpresa dall'accoglienza e la bravura dei bambini.
Per il dirigente scolastico Mario De Simone è tempo di  pensare al futuro più che al passato.
Il sindaco della piccola comunità arbereshe, Carmine Maio presente con l'intera Giunta, ha definito i bambini: interpreti dei sentimenti di tutta la nostra comunità.
L'assessore provinciale Salvatore Pane ha parlato di bella iniziativa che guarda al futuro: "La dove ci sono iniziative che riguardano i bambini sono iniziative che guardano al futuro. Il passato deve servire a fortificarci ma è sul futuro che dobbiamo puntare".
All'iniziativa erano presenti anche i consiglieri comunali di Carfizzi, di maggioranza e minoranza, ex emigrati, i genitori degli scolari, le ospiti del centro di accoglienza 'Asilo', il giornalista Christian Schreider, la fotografa Barbara Koler, Loris Rossetto dell'associazione Amici del tedesco, la banda musicale di Carfizzi diretta dal maestro Peppe Abate ed anche un gruppo di musicisti tedeschi, Blandine Boujour, Bernud Kohler e Salvatore Lanzalaco, che al ritmo di canzoni tedesche e francesi hanno concluso la manifestazione.