CARFIZZI, ATTIVATO LO SPORTELLO LINGUISTICO ARBERESHE

Scritto da Maria CianciarusoSabato 10 Aprile 2010 00:00

 

da "Il Quotidiano della Calabria" del 10 aprile 2010

  

  E' stato aperto giovedì lo sportello linguistico arbëreshe del Comune di Carfizzi. Due sono le operatrici che lavoreranno per un anno, Maria Cianciaruso e Nikoleta Panajoti. Le attività dello sportello, arrivato alla sua terza proroga, saranno molteplici. Le operatrici dovranno gestire una postazione informatizzata per inserire aggiornamenti sulle pagine web del comune, dovranno collaborare con l'amministrazione e con la scuola per varie iniziative culturali, tradurranno la modulistica comunale dall'italiano all' arbëreshe, svolgeranno interventi di assistenza culturale, linguistica e turistica e lavoreranno per il rafforzamento dell'identità linguistica della comunità. La sede delle attività sarà la biblioteca comunale, che ospita anche il museo etnico del paese, ricca di molti volumi sullo studio della lingua albanese. "Questa è la mia terza esperienza come operatrice dello sportello linguistico" ci dice Nikoleta, originaria di Tirana e sposata a Carfizzi da diversi anni, "e anche quest'anno ci impegneremo a svolgere più attività possibili, coinvolgendo tutta la comunità". "Questa, invece, per me è un'esperienza nuova" dice Maria" il compito, che noi dobbiamo cercare di portare a termine, è quello della salvaguardia della nostra lingua, riprendendo e valorizzando espressioni che stanno scomparendo e cercando di trasmettere ai più giovani la lingua arbëreshe di Carfizzi, con un piccolo aiuto nella trascrizione di tale idioma, che non dovrà scomparire, perché non ci possiamo permettere di perdere la cultura del nostro paese, di perdere la nostra cultura arbëreshe".